Giovane disabile rapito e picchiato in diretta live su Facebook.

Nelle scorse ore la polizia di Chicago ha reso noto l’arresto di una ragazza e di altre tre persone, per aver trasmesso in diretta su Facebook Live un video dove si vedeva chiaramente un giovane che veniva aggredito e percosso.

Una delle ragazze arrestate, riconosciuta grazie al video in diretta trasmesso su Facebook.

Nell’agghiacciante video, che dura all’incirca 30 minuti, si vede distintamente un uomo dai tratti caucasici legato ed imbavagliato, accovacciato nell’angolo di una stanza, mentre i suoi quattro aggressori lo deridono, lo picchiano, gli fanno un taglio sulla fronte con un coltello e gli gridano oscene frasi razziste, contro Donald Trump e contro la razza bianca.

La polizia racconta di aver trovato la giovane vittima, un ragazzo disabile di circa 18 anni, che girovagava per strada in evidente stato di choc. Una volta trasportato in ospedale ci è voluta quasi un’intera notte perchè il giovane potesse calmarsi per parlare con gli agenti e raccontargli cosa fosse successo.

Il giovane disabile mentre viene malmenato.

Si pensa che il ragazzo sia stato prelevato fuori dalla propria scuola e si crede che conoscesse almeno uno dei suoi aggressori e che sia salito in macchina di sua spontanea volontà, per poi essere portato in un edificio nei sobborghi di Chicago. Non è ancora ben chiaro quanto tempo sia durato il rapimento, probabilmente tra le 24 e le 48 ore.

Al giovane viene provocato un taglio sulla fronte con un coltello.

Il video in questo momento è già stato rimosso dal social network, ma è comunque possibile trovarlo in rete. La polizia sta effettuando le indagini, attualmente sono 4 le persone sospette che sono finite in carcere con l’accusa di rapimento. Tuttavia non è ancora chiaro il movente, ma per il momento non si esclude il crimine d’odio razzista.



loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *