10 cose di cui non dovresti mai accontentarti per essere veramente felice

Condivisioni 66

Chi si accontenta gode”.

Mai frase più pericolosa; è necessario sapere per quale cosa una persona decide di accontentarsi. Non sempre le cose che ci rendono felici sono considerate un lusso o una prerogativa per “privilegiati”, anzila vera felicità è il requisito necessario ed imprescindibile al quale noi dobbiamo aspirare per condurre una vita soddisfacente. In ragione di quanto affermato ecco una lista di cose delle quali non dobbiamo mai accontentarci.

1) Essere l’ultimo pensiero (per importanza) per le persone che ami

Amici, parenti, partner e chi più ne ha, più ne metta. Se lo sforzo e l’impegno che dai a loro non è ricambiato penso sia inutile girarci intorno: stai sprecando il tuo tempo e le tue energie.

2) Fidanzarsi per non stare solo

Purtroppo capita anche questo: siete soli e stufi di essere single da molto tempo, vi annoiate e vi deprimete di tutto ciò. Magari penserete che conoscendo qualcuno/a la vostra vita possa prendere una piega positiva. Ciononostante se non c’è l’amore tutto questo non sarà duraturo e voi non avrete fatto altro che sprecare il vostro tempo.

3) Farti trascinare dai tuoi amici in attività molto noiose o che non ti piacciono affatto

Qualche volta può succedere; l’importante è che non diventi un’abitudine.

4) Abbandonare le passioni perché difficili da inseguire

O per mancanza di tempo, o perché li reputiamo non più importanti con la nuova vita che stiamo vivendo; non bisogna mai rinchiudersi e rinunciare alle cose che ci piacciono veramente. Lo stress del lavoro potrebbe farti apparire le passioni come un lusso ma non lo sono affatto: le passioni sono una parte essenziale della nostra persona; bisogna coltivarle e mai relegarle in un angolo perché riteniamo che siano inappropriate con la vita che stiamo conducendo ora.

5) Vivere la vita con sufficienza senza mai cercare di fare di più

Atteggiamento tipico di molte persone. Fare di più vuol dire investire e credere in sé stessi; chi si impegna duramente a cercare di essere il più intraprendente possibile sa com’è fatto il mondo meglio di chiunque altro. É solamente attraverso l’impegno che le persone riescono a comprendere meglio sé stesse e lo spazio circostante: la consapevolezza dei nostri limiti e le opportunità che il mondo ci offre sono requisiti essenziali per migliorarsi e diventare persone “migliori“.

6) Passare gran parte del tempo libero ad oziare quando potremmo ingegnarci e utilizzarlo in altri modi

Perché stare 4 ore al giorno al pc per ascoltare le stesse canzoni su YouTube o per cercare di trovare una sorta di “svolta” trastullandosi su Facebook? Se volete ottenere qualcosa di concreto capirete che perdere tempo a non far nulla è proprio un controsenso.

7) Cercare di rendere la vostra giornata il più efficiente possibile

Contro-limite al punto 6: va bene utilizzare il proprio tempo per fare qualcosa di buono, ciononostante non siamo robot ed automi, è necessario rilassarsi e riposare. Può sembrare strano, ma stare fermo e non far niente non sono affatto la stessa cosa: quando ci rilassiamo abbiamo a portata di mano il momento migliore per riflettere e diciamocelo: riflettere fa sempre bene.

8)Frequentare solo le persone che conosciamo senza lasciare spazio per gli sconosciuti

Merita poche spiegazioni. Se si vuole provare qualcosa di nuovo è necessario allargare i propri orizzonti: magari potresti incontrare il tuo futuro migliore amico; se sei “sfacciatamente fortunato” potresti anche conoscere la donna (o l’uomo) dei tuoi sogni.

9) Ascoltare quello che dicono gli altri senza mai costruirti un tuo pensiero

L’Italia è la “patria mondiale” degli analfabeti funzionali: ascoltiamo quello che ci viene detto ma non capiamo nulla; tutto questo mina la nostra intelligenza ed il nostro pensiero. Ovviamente il punto 9 non è rivolto solo a queste persone, in realtà nessuno di noi è in grado di capire tutto quello che sentiamo; ciononostante è bene lavorarci su e cercare di ridurre il più possibile quel margine di ignoranza che alberga nei nostri cuori.

10) Autocommiserarsi per il passato senza preoccuparsi per il futuro

Abitudine che deve essere assolutamente rivista. Non è sbagliato in sé ripensare agli errori del passato, a patto però che noi impariamo (da tutto questo) cercando di andare avanti. É inutile lagnarsi: la nostra vita non è ancora finita, è necessario (ora più che mai) prendere la nostra rivincita contro gli errori del passato.


loading...


Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *