Cacciatori di taglie contro il terrorismo, già pagati oltre 125 milioni di dollari a più di 80 persone. Ecco come diventarlo

Bloccate un terrorista. Salvate vite umane.

Questo è il motto del programma internazionale contro il terrorismo a cui tutti possono partecipare, gestito dagli Stati Uniti, si chiama Rewards for Justice, Ricompense per la Giustizia. Fondato nel 1984, vengono pubblicati i terroristi ricercati in tutto il mondo con i dati, la foto, la zona e la ricompensa in dollari per chiunque riesca a fornire informazioni importanti.

“Le ragioni più importanti per fermare un terrorista sono tutte intorno a voi.”, si può leggere nel sito del programma che ha già pagato oltre 125 milioni di dollari a più di 80 persone che hanno fornito informazioni utili per prevenire degli attentati terroristici e che hanno portato alla cattura chi era implicato.

Il compenso per la maggior parte delle offerte del programma (si trova qui) si aggira intorno ai 5 milioni di dollari, tuttavia si possono trovare anche ricompense che vanno da meno di un milione di dollari, fino ad arrivare a ben 25 milioni di dollari e anche le informazioni che non riguardano i ricercati pubblicati nel sito possono essere pagate, l’importante è che siano utili ai fini di evitare attacchi terroristici.

E’ stato pagato un milione di dollari anche alla persona che è riuscita a fornire importanti informazioni per l’individuazione del comandante del gruppo Abu Sayyaf, Hamsiraji Sali.

Tutte le informazioni che si daranno saranno conservate garantendo l’anonimità del segnalatore e non verranno mai rivelati i nomi di chi ha ottenuto una ricompensa.

Si può vedere la lista dei ricercati con offerte da 25 milioni di dollari fino a 1 milione selezionando anche la zona in cui si presume possa essere il terrorista e si può inviare la segnalazione in qualsiasi momento semplicemente dal sito internet in lingua italiana https://www.rewardsforjustice.net/italian/submit-a-tip.html

Ci sono diverse storie che si possono leggere, come una studentessa universitaria che fu testimone di un brutale assasinio di un diplomatico americano. La donna riuscì a fornire importanti dettagli che permise agli investigatori di condannare i due responsabili all’ergastolo. La studentessa e la famiglia ricevettero una cospicua ricompensa e insieme alla sua famiglia fu trasferita in una località segreta.


loading...


Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *