La causa di molti malesseri potrebbe essere la muffa, ecco quali sono i sintomi.

Condivisioni 4K

Il nostro corpo è una macchina perfetta e se non funziona basta ascoltarlo per capire dove si concentra il problema e risolverlo. Molte volte non prestiamo attenzione ai segnali che ci arrivano o li sottovalutiamo, come nel caso di un’infestazione da muffa che può incidere sulla nostra salute.

La muffa è un fungo che possiamo trovare sugli alimenti o in presenza di umidità. Di per sé, la muffa non causa alcun problema all’uomo tanto che viene usata nella preparazione di formaggi come il gorgonzola; a provocare problemi possono essere le ife che si generano dalle spore della muffa.

Tali ife possono intaccare il primo tratto del sistema respiratorio e generare malessere in persone con un sistema immunitario in stato di insufficienza. La muffa può nascondersi tra le pareti di casa e rilasciare tossine che rischiamo di ingerire o inalare.

I sintomi provocati da un avvelenamento da muffa sono diversi e variano da soggetto a soggetto: in linea generale, quelli più comuni sono: la diarrea, l’asma, le carie dentali, le convulsioni, edemi, infezioni alle unghie dovute a qualche fungo, occhi secchi, rossi o pieni di sangue, visione offuscata, pressione sanguigna instabile, perdita dei capelli o dell’udito, dolori addominali, vari dolori muscolari, stanchezza e vertigini, costipazioni, mal di testa forti e improvvisi, crampi e spasmi alle gambe o alle dita dei piedi, mancanza di fiato o difficoltà respiratorie, infezioni del sistema respiratorio, sete eccessiva, confusione, perdita di concentrazione e di memoria a breve termine.

Una volta accertata la diagnosi, dovrete sicuramente affidarvi ad un medico che vi assegnerà una cura da seguire per disintossicarvi dalla tossina della muffa. È necessario però eliminare la causa dell’intossicazione, quindi eliminare ogni traccia di muffa dalla propria casa.

Anche se non è visibile, infatti, la muffa può essersi formata negli angoli più nascosti della casa; bisogna fare attenzione anche a piccole macchioline scure presenti sui muri in particolare del bagno e della cucina che sono le due stanze più esposte all’umidità per via dei vapori che si creano.

Una buona abitudine che permette di prevenire il formarsi della muffa è quella di far arieggiare spesso e per lungo tempo gli ambienti della propria abitazione.


loading...


Loading...

Un pensiero riguardo “La causa di molti malesseri potrebbe essere la muffa, ecco quali sono i sintomi.

  • 6 giugno 2017 in 12:52
    Permalink

    niente di più vero.

    in italia se ne sa molto poco, ma l’esposizione prolungata alle muffe è causa di patologie anche gravi, soprattutto nei bimbi.

    l’elenco delle malattie correlate alle spore è davvero molto lungo e, contrariamente a quanto si pensi, è più collegato alle muffe ingerite piuttosto che respirate.

    le spore si depositano sul muco che attraverso il canale digestivo arriva allo stomaco dove esercitano una azione soppressiva nei confronti della flora batterica.

    ma questo è solo un esempio.

    mai sottovalutare le muffe e grande attenzione anche ai prodotti che si usano per debellarla perché, oltre a non essere efficaci, sono tossici e permangono nell’ambiente domestico, esercitando azione immuno soppressiva.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *