In Finlandia 560 euro al mese ai disoccupati e non dovranno renderne conto

Condivisioni 1K

La Finlandia, uno dei paesi del nord Europa, con 5,5 milioni di abitanti e un tasso di disoccupazione di circa l’8,1% raggiunto a novembre, ha deciso di ridurre la povertà e aumentare l’occupazione, tagliando di fatto anche la burocrazia.

Un esperimento, iniziato il primo gennaio, prevede un reddito di cittadinanza di 560 euro mensili a duemila disoccupati e non dovranno rendere conto di come verranno spesi i soldi. Il sussidio avrà la durata di due anni.

In Finlandia esiste anche lo stato assistenziale che prevede un sostegno per chi perde lavoro e, con il reddito di cittadinanza, vorrebbe incentivare l’occupazione a tempo determinato perchè molte persone che rimangono senza impiego attendono fino a quando non ne trovano un altro a tempo indeterminato, rifiutando così i lavori temporanei.

Il paese scandinavo diventa così la prima nazione a “regalare” un reddito mensile ai cittadini.


loading...


Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *