L’effetto Forer e le pseudoscienze

Avete mai sentito parlare dell’effetto Forer? Questo effetto è chiamato anche di convalida soggettiva, o effetto Barnum, con il nome del noto psicologo che lo ha scoperto. È un fenomeno per cui un individuo che si trova di fronte ad un profilo psicologico che crede riferito a lui, si immedesima, ritenendolo molto accurato anche se poi in realtà, si tratta di un profilo vago e generico.

Questo effetto è diffuso soprattutto nell’astrologia o nell’arte della divinazione. È stato lo psicologo Bertram Forer a scoprire questo effetto consegnando ai suoi allievi un test di personalità dove ognuno doveva dare un giudizio in base all’accuratezza di un determinato profilo psicologico fornito.

Lo psicologo aveva utilizzato frasi prese dal mondo dell’astrologia, per capire quale fosse la risposta dei suoi allievi. Si rese ben presto conto che gli studenti, si immedesimavano perfettamente nel profilo anche se poi effettivamente il profilo era molto generico e quindi, si poteva rifare a chiunque e non particolarmente a quella determinata tipologia di carattere o di personalità.

È una sorta di “profilo universale” in cui le persone si rispecchiano, anche persone molto diverse, con personalità in contrapposizione. Recenti studi hanno dimostrato che l’effetto Forer è ancora più confermato se il soggetto interessato crede che sia stata fatta un’analisi personalizzata su di lui ed in più, se crede particolarmente al suo esaminatore. Infine, l’effetto Forer è ancora più forte se vengono sottolineati dei tratti positivi nell’analisi.

In base a questo effetto quindi le persone tendono a credere maggiormente ad un profilo universale come accurato, anche se poi effettivamente non ha nulla di specifico ma rappresenta solo determinate caratteristiche che possono essere confermate di volta in volta, in tutte le persone, senza dover fare nessun tipo di selezione. È per questo che l’effetto Forer, viene riscontrato quasi sempre in alcuni test della personalità, oppure nelle pseudoscienze più diffuse.


loading...


Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *